L’Energia non è prodotta dalla cioccolata

Prima del video…….

Siete abituati a considerare l’Energia come qualcosa che aumenta nel vostro corpo quando fate jogging?, o quando mangiate la cioccolata?, o quando prendete gli integratori? in quel caso sarebbe più giusto parlare di forza o potenza fisica, ma l’Energia è qualcosa di molto di più, ecco perchè mi piace distinguerne la differenza con la prima lettera maiuscola. Dire cos’è è di una facilità estrema, ma al contempo difficilissimo da comprendere. Vediamo se riesco a spiegarmi.

L’Energia è un suono, è creata dal movimento, cioè dalle vibrazioni che il movimento crea…nell’aria…diciamo così. Ecco, l’ho detto.

Pare una cosa abbastanza stupida vero? cosa sono in fondo le vibrazioni? bè, sono quelle oscillazioni brevi e veloci che vediamo quando lasciamo andare  un elastico teso ad esempio, o quando soffiamo sulla costa di un foglio, o quando suoniamo uno strumento musicale a corde, ma non abbiamo mai pensato che anche un movimento più lento e silenzioso possa creare vibrazione.

Quando tendiamo la corda di una chitarra, nel momento in cui la lasciamo andare essa vibra e crea il suono, quel suono è Energia, ma anche quando lasciamo cadere una piuma creiamo Energia, perchè nel suo ondeggiare lento, anch’essa determina una vibrazione, noi non la sentiamo, ma probabilmente una mosca si.

Non tutti i suoni sono udibili  dal nostro orecchio, ma se li amplifichiamo ci rendiamo conto che ci sono. Le vibrazioni dei movimenti creano il suono, il rumore, l’ultrasuono, il sibilo ecc. Quel suono, che si tratti di un fracasso o di un fruscìo appena percettibile, è Energia.

Partiamo ora dal presupposto che nulla in natura è statico, anche se ci riferiamo a spostamenti per lo più silenti al nostro orecchio, come una foglia spostata dalla brezza, è facile comprendere quanta Energia sia presente nell’Universo.

Le molecole vibrano, se ci soffermiamo un attimo a valutare  questa affermazione, è facile che dopo un pò cominciamo a sentire un ronzio incessante nelle orecchie. Pensateci, tutta la materia è composta da molecole.

Cosa sta succedendo in questo momento nella vostra scrivania? nella vostra sedia? nella vostra casa? nella strada? nelle rocce? nei sassi? nel terreno di tutto il mondo? la sentite? è la vibrazione di ogni molecola, è l’Energia.

Le cellule vibrano. Dentro ognuno di noi c’è una musica incantevole, magari tengono anche il tempo con il fluire del sangue nelle vene, con il pulsare degli organi, con il battito del cuore, con il respiro, il movimento delle palpebre, lo starnuto, la tosse, lo sbadiglio. Con un pò di fantasia possiamo sentire i violini, il contrabbasso, i flauti, l’arpa, il trombone, i timpani. Quale magnifica orchestra!

Avete mai sentito il battito delle ali di una farfalla amplificato? può diventare un frastuono.

Ma consideriamo anche i nostri movimenti volontari, ogni volta che muoviamo una parte del corpo, ogni volta che volgiamo il capo, che facciamo un passo, che flettiamo un ginocchio, che prendiamo qualcosa. Ogni gesto, ogni mossa, ogni nuova impostazione del corpo, crea una vibrazione che, a sua volta, crea Energia.

Ora allarghiamo i nostri orizzonti per un momento. Gli esseri umani, gli animali, le piante, i mari, i fiumi, i venti, i vulcani, i ghiacciai, la pioggia, la neve. Impossibile valutare il movimento ininterrotto di ognuno di essi, ci si perde nel nostro stesso pensiero.

E ancora, i movimenti tipici del nostro stupendo pianeta, il moto di rotazione e quello di rivoluzione che più o meno tutti conosciamo, ma poi ci sono ancora quelli che conosciamo meno, come la precessione degli equinozi, la precessione anomalistica ecc ecc.

Espandendo ancora la visuale, possiamo infine considerare i movimenti dell’Universo. Il cielo si muove. Il sistema solare è composto dal Sole centrale e da tutti i corpi celesti che gli orbitano intorno. E poi i movimenti della nostra galassia, e poi quelli delle altre galassie, e fermiamoci qua, penso possa bastare a dare l’idea.

Il pianeta è immerso nell’Energia e, a nostra volta, noi ne siamo circondati. Ne abbiamo dentro, fuori, accanto, ovunque c’è una stragrande quantità di Energia.

Non respiriamo solo ossigeno e azoto, ad ogni inspirazione non entra solo aria nel nostro corpo, così come ad ogni espirazione non espelliamo solo aria, ma soprattutto l’Energia che contiene la stessa aria. Nello Yoga, ciò che respiriamo è considerato forza vitale e viene definito “prana” ossia ” movimento costante“.

Abbiamo bisogno di immaginarla? non abbiamo mai avuto bisogno di immaginare l’aria, ci hanno detto che c’era e ci abbiamo creduto, ma all’occorrenza potremmo  vedere l’Energia come un’enorme nuvola leggera. Io la vedo così, per visualizzarla meglio nella sua consistenza e nei suoi spostamenti, si perchè, come dicevamo, nulla in natura è statico, anche l’Energia si muove, come? per mezzo di onde. Da ogni fonte da cui viene generata essa si propaga con lo stesso effetto di un sassolino lasciato cadere nell’acqua. Gli anelli d’acqua che si formano, si propagano allargandosi per un pò fino a spegnersi nella quantità della stessa sostanza che li ospita. Niente di eccezionale, è una legge fisica, lo abbiamo studiato a scuola.

Questo non avviene solo nell’acqua però, anche se non lo vediamo, accade, attimo per attimo, all’Energia che ci circonda e che è dentro di noi, siamo contornati e saturi di anelli ora grandi, ora piccoli, ora veloci, ora lenti, che si espandono in un moto perpetuo, costante, illimitato ed immenso, come avviene nell’espansione del suono. Sono le onde dell’Energia.

E ora viene il bello. L’Energia è un’essenza dotata di una particolare caratteristica a noi del tutto sconosciuta.

Diciamolo per ora in modo facilitato per comprendere meglio. L’abbondanza di Energia che abbiamo dentro è una potenza inerte, che si accumula nel corpo e si muove lenta, a suo piacimento. Come un blob, dorme, se ne sta lì, per anni, aspettando che il titolare si accorga delle sue possibilità, come il genio della lampada. In verità l’Energia potrebbe essere indirizzata verso le nostre intenzioni e, come il genio, essa le renderebbe realtà, che detto così potrebbe sembrare un modo di dire, o meglio, la fantasticherìa di una tipa che ormai ha chiuso il cervello nel baule della nonna. Ma questo non cambia il fatto che sia vero. Certo, per noi non è proprio così, come accennavo nell’articolo “risveglio”, sarebbe  come pretendere di imparare la danza classica a 30, 40, 50 anni, è normale, bisognava impararlo da piccoli, questa consapevolezza sarebbe cresciuta con noi, e avremmo agito sempre con il potere che ci compete . Perchè non ce lo hanno insegnato? bè, perchè ad ogni Era geologica corrispondono particolari caratteristiche, anche questo avviene per una legge fisica. I movimenti dell’Universo non sono sempre uguali, ma cambiano, si velocizzano, rallentano, mutano la loro impostazione in un tempo non tempo, perchè lassù il tempo è una cosa diversa dal nostro. I cambiamenti che avvengono lassù si rispecchiano in tutti i corpi presenti, in tutti i pianeti, in tutte le stelle, di conseguenza anche nel nostro pianeta e a tutti gli esseri che lo popolano. “Così in Cielo così in Terra“. E’ un pò come l’essere umano con le sue emozioni, ora può apparire inquieto, ora felice, ora triste, solo che lassù, la variazione avviene in mille e più mille anni. Ora infatti, volenti o nolenti, siamo entrati in una nuova Era che prevede il risveglio, questo è il tempo in cui l’essere umano tornerà a conoscersi e a conoscere il mondo parallelo dell’invisibile oltre a quello del visibile, come gia è accaduto in un passato molto lontano. Come dire, siamo in una fase in cui l’Universo si guarda dentro, si fà una bella introspezione personale, che era gia un pò che ne sentiva il bisogno.

Noi possiamo accodarci, anzi dobbiamo, non dovremo fare a gara con nessuno, e direi che qualunque traguardo dovessimo raggiungere, sarà sempre meglio di niente. Soffermiamoci a pensare ogni tanto a tutte le vibrazioni che sono dentro di noi, quelle che ci vengono in mente, elenchiamole, cerchiamo di renderle più reali, sentiamole, percepiamone l’esistenza e rendiamoci conto che ci appartengono. Quando ci saremo allenati a sentire i rumori, i suoni, i fruscìi che sono dentro di noi, ci renderemo conto di quante vibrazioni ci sono al nostro interno, capiremo che non esiste nemmeno un piccolissimo angolo che taccia, allora forse riusciremo a sentire di cosa siamo fatti realmente, della stessa sostanza dell’Universo. L’Energia.

Intanto possiamo cominciare ad addestrarci a crederci.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

One thought on “L’Energia non è prodotta dalla cioccolata

I commenti sono chiusi.